21/04/11

Where amazing happens/2

Ok, nouvo aggiornamento sui playoff: il secondo "giro" si è concluso e le "prestazioni" attese comiciano a presentarsi: Spurs, Lakers e Orlando hanno impattato sull'1-1 dopo aver perso malamente la prima casalinga (Spurs più a fatica, Orlando leggermente più agevolmente, i Lakers facile grazie alla pochezza offensiva di NO), tutte le altre favorite sono avanti 2-0, con Dallas OKC e Miami che hanno vinto molto facilmente e dando dimostrazione di un netto miglioramento, di un migliore adattamento alla fase playoff. Chicago e Boston continuano a vincere faticando mostruosamente, soprattutto NYN ha molto da recriminare se pensiamo che ha perso 2 partite per un totale di 5 punti di scarto (ma se Billups e STAT non rientrano, gara-3 la vedo dura). Fin'ora un quadro abbastanza poco chiaro, non si capisce se sia una difficoltà "mentale" delle più accreditate al titolo nell'affrontare squadre che danno ovviamente il tutto per tutto, o se sia qualcosa di diverso. Per il capitolo Amazing, anche stavolta poco da dichiarare: impressiona ogni volta la velocità negli spazi di Wade (sulla rubata fa il campo in 3 palleggi e va a schiacciare), impressiona la difesa di Jeffries su Garnett nell'azione dell'ultimo tiro di Boston in gara 2 (secondo me ci sono solo in quel 1vs1 almeno una decina di falli da parte di entrambi, ma è bene che li abbiano lasciati giocare), poi non moltissimo altro.


Niente da aggiungere sugli altri fronti, ora si avvicinano le vacanze pasquali per cui rivedrò la bella Trani e qualche vecchio amico (e sarò senza connessione internet per qualche bel giorno, a casa mia è morta la rete wireless). Che dire: ave atque vale!

1 commento:

  1. Mi piacciono le tue cronache sportive.
    Ebbravo Fede.

    7

    RispondiElimina